Crea sito

S-E-R-V-E-R


Un giorno normale Nick e Dora erano arrivati primi per la millesima volta ad un gioco, erano imbattibili, avevano superato qualsiasi record al mondo; si facevano chiamare Spazio vuoto proprio perché nei videogiochi non inserivano il loro nome. Nick e Dora non conoscevano la parola sconfitta, infatti non avevano mai perso ad un videogioco. In quello stesso giorno arrivò una email dove un certo Dio chiedeva di giocare a scacchi, ovviamente loro vinsero. Si aprì una specie di portale sul loro soffitto e li risucchiò al suo interno, si trovarono in cielo in piena caduta. Gridarono come matti, la caduta sembrava non finire mai, spuntò alle loro spalle un ragazzetto, gli disse che lui era Dio e che li aveva trasportati nel suo mondo, dove tutto era governato dai giochi, l’unica regola era non barare. Una volta atterrati senza subire nessuna ferita Nick e Dora incominciarono a giocare, avevano guadagnato tantissimi soldi. Erano talmente bravi che avevano scommesso tutti i loro soldi per un castello. Ci riuscirono, il loro obbiettivo era di governare tutto il mondo. Nick e Dora non si separavano mai proprio perché loro formavano Spazio vuoto, erano molto legati e tutti e due avevano un’intelligenza fuori dal normale. Nick e Dora vennero nominati Re e Regina di quel castello e conquistarono l’intero regno. Ma una parte era controllata da una strega, Nick la sfidò per impedire che avesse il controllo di quella porzione di regno, lasciò decidere la strega quale gioco fare e lei scelse gli scacchi. Non erano dei normali scacchi erano truccati. Dora cercò di capire il loro funzionamento ma non ci riuscì, Nick stava perdendo per la prima volta, finché non capì che gli scacchi si muovevano in base alle loro emozioni. E così incominciò a incitarli a combattere, gli scacchi andarono all’attacco e distrussero completamente le pedine avversarie. Il giorno dopo Nick e Dora festeggiarono organizzando una grande festa; Dora dalla felicità andò a bere ma poi si voltò e vide che Nick stava scomparendo, lo tirò per la manica ma lui continuava a dissolversi. Dora scoppiò in lacrime, ma si risvegliò con Nick nel letto del loro appartamento per poi capire che tutto ciò era un sogno…

F. L. 1A

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.